PATRIMONIO DELL’UMANITÀ:

PATRIMONIO DELL’UMANITÀ:

Il Comitato del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, nella sua assemblea celebrata in Marocco dal 29 novembre al 4 dicembre 1999, dichiarò Patrimonio dell’Umanità la cinta muraria di Dalt Vila, considerandolo la fortezza costiera meglio conservata del Mediterraneo. L'area delimitata come Patrimonio dell'Umanità comprende anche i quartieri, esterni alle mura, di Marina, sa Penya e es Soto, dove hanno convissuto avventurieri e artisti di mezzo mondo per secoli. L’UNESCO ha preservato anche i vicini e antichi orti di ses Feixes, il villaggio fenicio di sa Caleta e la necropoli di Puig des Molins, che si possono vistare in qualsiasi epoca dell’anno. A ciò si aggiungono le praterie di posidonia oceanica che circondano l’isola e che sono responsabili della purezza e trasparenza delle sue acque. Natura I fondali di Ibiza sono caratterizzati dalla presenza di praterie dense e ben conservate di Posidonia Oceanica (piante dei fondali marini) e di barriere coralline. La Posidonia Oceanica della Riserva Naturale è stata definita come quella meglio conservata del Mediterraneo. I fondali contengono la comunità più diversa di Cladocora caespitosa, con 220 specie, la comunità marina più importante del Mediterraneo, che serve anche da habitat a tre specie minacciate mondialmente come la foca mediterranea. All’interno di quest’area si trova una comunità importante di “Exteinascidia turbinata”, specie marina di grande valore per la prevenzione e la lotta contro diversi tipi di tumore. Parte della zona dichiarata Patrimonio dell’Umanità appare nelle liste di zone umide di importanza internazionale (Conferenza di Ramsar) essendo necessarie per la sopravvivenza degli uccelli migratori. Cultura La città fortificata di Eivissa, che risale al XVI secolo, è una testimonianza unica dell’architettura e dell’estetica del Rinascimento. Questo modello di fortificazione italo-spagnola ha esercitato una grande influenza, soprattutto nella costruzione delle mura delle città del nuovo mondo. Dalt Vila rappresenta un eccellente esempio di acropoli fortificata e conserva in modo eccezionale la stratificazione all’interno della muraglia e nel tessuto urbano, dei primi insediamenti fenici, dei periodi arabo e catalano, fino ai baluardi del Rrinascimento. Quest’ultima fase, vale a dire il lungo processo di costruzione delle mura fortificate, non ha distrutto, ma bensì ha incorporato le fasi precedenti e la trama urbana. I resti fenici di sa Caleta e la Necropoli fenicio-punica di Puig des Molins offrono una testimonianza eccezionale dell’organizzazione della vita sociale delle colonie fenice nel mediterraneo occidentale. Costituiscono una fonte unica, in qualità ed importanza, della scoperta e origine delle sepolture fenice e cartaginesi.
Il Tempo
Potresti divertirti a
18°C
14°C - 20°C
Ibiza, SP
Seguici anche
Diventa un fan di ibiza.travel
MAPPA DI IBIZA
Ricerca per località